ATTENZIONE! GIOVEDì 24 SETTEMBRE ORE 17:00 - RIUNIONE SETTIMANALE - CASALE ALBA 2

Giovedì 24 settembre si terrà la riunione del Coordinamento Cittadino Sanità.
La riunione si svolgerà alle 17:00 presso il Casale Alba 2.

PRESIDIO
POLO SANITARIO GEMELLI
10 settembre ORE 17

Comunicato sull’iniziativa, foto, tutti i dettagli.

PARTECIPA alla Riunione Settimanale CCS

Sono riprese le riunioni in presenza.
Giovedì 17 ci vediamo al Casale Alba 2.
Uno spazio adeguato a garantire distanziamento sia all’aperto che al chiuso nel Parco di Aguzzano.

RIATTIVIAMO LE PRESTAZIONI PUBBLICHE!

Mobilitiamoci in tutte le ASL per riattivare immediatamente le prestazioni pubbliche: visite,  esami, assistenza territoriale..
Qui tutte le iniziative.

Documento sulla Crisi Sanitaria

un controbuto del Coordinamento Cittadino Sanità sulla crisi in atto: anallisi della situazione; proposte di intervento; metodo di lavoro.
Contribuisci al Dibattito

Autorganizzazione ai tempi del Coronavirus

In un’unica sezione, tutte le informazioni, gli approfondimenti e le iniziative che stiamo realizzandosul tema.

Il punto della situazione in breve

La crisi sanitaria in atto ha modificato molte delle consolidate abitudini a cui eravamo abituati. Anche riunioni e iniziative si sono dovute adeguare ma adesso siamo ritornati alle riunioni in presenza (con adeguate misure di distanziamento) e alle mobilitazioni.

E le mobilitazioni per l’ampliamento del Servizio Sanitario Pubblico sono urgenti ora più che mai perché proprio la crisi sanitaria ha svelato i difetti e quindi le necessità di intervento nella gestione della sanità in italia.

Ma evidentemente le mobilitazioni infastidiscono, sopratutto quelle specificatamente indirizzate a evidenziare i processi di privatizzazione della sanità. Privatizzazione che avviene sia direttamente (ad esempio con l’indirizzamento di fondi pubblici ai privati come sta facendo Zingaretti nel Lazio) sia indirettamente (ad esempio bloccando il funzionamento delle strutture pubbliche mentre le private o l’intramoenia funzionano a pieno regime, oppure con la chiusura di presidi pubblici sul territorio lasciando campo libero alle strutture private).
Ed è proprio a seguito di un volantinaggio tenuto il 25 giugno su questi temi che ad alcun@ compagn@ del Coordinamento Cittadino Sanità è stata notificata una denuncia. Una denuncia che però non ha fermato le mobilitazioni.

E’ però chiaro che, proprio perché i problemi della sanità non solo permangono ma vengono aggravati dalla gestione della crisi sanitaria, c’è bisogno di rafforzare e articolare ulteriormente le mobilitazioni e i terreni di intervento.
Per questo stiamo organizzando per il 3 ottobre p.v. una giornata di convegno/analisi/dibattito con lo scopo di arricchire il percorso delle mobilitazioni per la sanità pubblica, gratuita, universale e umanizzata.   

Per ulteriori approfondimenti rimandiamo alle sezioni del sito tra le quali ricordiamo:

– le trasmissioni radio, insieme e con il supporto di Radio Onda Rossa;

– il nostro canale facebook e il nostro canale canale twitter con continui aggiornamenti;

– la sezione autorganizzazione ai tempi del coronavirus contenente vari interventi sul tema;

– la campagna “Covid o non Covid devono essere garantite le prestazioni pubbliche”, avviata l’11 giugno con una serie di richieste inviate alle ASL e alla Regione, ha visto alcune iniziative territoriali e un presidio alla regione, diventata una bella e partecipata giornata di lotta.
Per tutti i dettagli puoi consultare l’apposita sezione.

Per contribuire alle inizitive ti aspettiamo alle riunioni del coordinamento tutti i giovedì alle 17, finalmente in presenza. 

GRAZIE (Z)ZeroCalcare

Zero Calcare, artista militante, da sempre capace di farci divertire e allo stesso riflettere con le sue storie, ha raccontato i problemi della sanità e la finta propaganda sugli infermieri eroi.
Lo ha fatto a modo suo, dedicando all’argomento una puntata della serie Rebibbia Quarantine.
A margine, ha persino voluto citarci nei ringrazimenti finali, regalandoci un’emozione.

CONTRO LA REPRESSIONE NELLA SANITA'

Un video realizzato in occasione della repressione della direzione del Policlinico Umberto I di Roma nei confronti di un lavoratore “reo” di aver rilasciato un’intervista  in cui evidenziava i problemi della sanità. Problemi noti a tutti.
Invece di risolvere i problemi, i vertici del Policlinico preferiscono mettere il bavaglio ai lavoratori!

Pin It on Pinterest

Share This